>>Hazan – Kaiserpanorama

Hazan è una band alternative rock di Milano formata da Ale Fugazzi(voce e chitarra), Mattia Oleari(chitarra e cori), Daniele Restelli(basso e cori) e Alessandro Gramegna(batteria). Qui parliamo di Kaiserpanorama, loro Ep d’esordio in uscita per il 15 Ottobre 2016.

Kaiserpanorama è stato prodotto e mixato da Davide Lasala (Vanillina, Giorgieness) presso l’EDAC studio di Fino Mornasco, masterizzato da Giovanni Versari, e pubblicato dalla label milanese Habanero Factory.

Dal comunicato stampa giunto a System failure, riguardo l’Ep, leggiamo che è:

un lavoro da ascoltare “tutto d’un fiato”, senza troppi fronzoli o significati nascosti. 5 canzoni che suonano attuali ed assolutamente in faccia all’ascoltatore. Brani dall’attitudine anni ’90 , freschi, sensuali e grooveggianti al punto giusto, che contagiano con una sana voglia di fare rock nell’età moderna. “Kaiserpanorama“ è stato anticipato dal primo singolo “Sulla Pelle”, accompagnato a sua volta da un videoclip girato dalla stessa band, che con l’utilizzo di Go Pro propone una visuale soggettiva di tutti i membri durante il momento più intimo e condiviso per una band, quello delle prove.

Sulla pelle è il primo brano di questo Ep: è un brano alquanto aitante che ti scuote e ti travolge con il suo ritmo alquanto incalzante. In Sulla pelle alternative rock e pop rock si fondono dando vita ad un amalgama sonoro sicuramente emozionante.

Poi arriva Qui dove sto con la sua aria alquanto ammaliante che sembra strizzarti l’occhio. Dopo la metà possiamo apprezzare sia un assolo molto ben fatto che suoni alquanto cupi ed enigmatici. Hazan offre un alternative rock dalle linee sinuose, un alternative rock provocante ma anche tanto ruvido e graffiante.

Kaiser panorama lancia vampate sonore notevoli: non manca una certa energia e potenza in questa formazione dal sound discretamente variegato. Visionario è ammiccante, aggettivo essenziale per descrivere la musica di Hazan. Il loro rock è semplice, è immediato, senza tanti fronzoli.

Un altro vizio parte in modo morbido e poi si apre mostrando il classico sound di Hazan, sound che sa coniugare vigore e melodie abbastanza orecchiabili.

Hazan con Kaiserpanorama offre un prodotto musicale di un certo spessore. Il loro è un rock che rigetta i toni forti. Nonostante questo, è un rock che si insinua nella tua giornata come un qualcosa di lievemente misterioso che desta di sicuro interesse.

Hazan offre colori caldi e freddi allo stesso tempo: la loro musica attrae, ti da scosse, ti appassiona. Dopo aver ascoltato Kaiserpanorama ci siamo detti: perché non riascoltarlo? Allora, perché non consigliarlo a tutti i nostri lettori?

pagina facebook