>>Harmonic Pillow e l’oscurità dell’anima

Harmonic Pillow sono Alex Cominsky(voce, chitarra e arrangiamenti) e Anna Superfuzz(voce, chitarra e arrangiamenti). Dopo l’esperienza precedente dei Diet Kiss i due tornano con questo nuovo progetto musicale. Qui parliamo del loro album omonimo composto in un periodo considerato “buio” dalla band, un periodo proiettato verso l’interno, verso l’oscurità dell’anima, in un labirinto di sensazioni ed emozioni. In questo disco i due raccontano le loro paure e i loro sogni. System failure ha ascoltato tale album e queste che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo.

Il disco comincia con la frizzante Wrong la quale ci introduce alle sonorità tra grunge ed alternative rock di questa band che trasmette tanto fervore. Qui come non pensare ai Nirvana per alcuni passaggi. Mad world è molto più serena e meno graffiante della canzone precedente. Qui il cantato di Anna si accompagna a sonorità indie rock abbastanza morbide.

Con Help me si torna alle sonorità rabbiose già ascoltate nella prima traccia. Help me è impetuosa, è di un’intensità febbrile e ci scaraventa al muro. Anche qui ci sembra di sentire “qualcosa” dei Nirvana più furiosi. Marryme è tagliente e delicata allo stesso tempo per le sonorità che presenta. Torna ancora una volta il cantato di Anna con la sua voce soffusa ed evanescente in questo caso. Qui pensiamo a The Cranberries, uno delle band simbolo dell’alternative rock.

Nowhere dopo un giro di chitarra ben messo all’inizio del pezzo ci presenta l’ingresso della voce di Anna, in questo caso tanto ammaliante. Poi arriva Ashes con le sue sonorità ruvide, calde e appassionanti. Ascoltando questo album mi viene da pensare anche a Throwing Muses, altro pilastro dell’alternative rock. Ashes in particolare fa venire in mente anche The Hole di Courtney Love.

Dreamer è profonda e poetica e rappresenta quasi una pausa di riflessione in questo album. Qui Anna offre dei “sussurri” che accompagnano un sound talvolta quasi impercettibile. Lullaby mostra i suoi “artigli grunge” con tanta fierezza. Transmission punk mescola grunge e punk in modo semplice ed immediato. È una canzone di impatto che ci ha fatto pensare alla Brody Dalle, artista grunge che ha cambiato tante band e che nel 2014 si è presentata ai suoni vecchi e nuovi fans con lo stupendo Diploid love. Real chiude le danze con il suo essere tanto procace e superbamente affascinante.

Harmonic Pillow ha un sound terribilmente interessante per gli amanti dei generi citati in questa recensione. Harmonic Pillow ci porta nei luoghi più reconditi del nostro io, luoghi dove sono nascosti istinti primordiali che ci rendono tanto veraci e genuini, istinti che non vanno repressi, pulsioni che possono renderci estremamente interessanti.

pagina facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *