Crea sito

Funk Rebels records – Eidetic Memory Ep

“Eidetic Memory Ep” è composto dal pezzo “Eidetic Memory” di Matt2nd più sei remix di vari artisti: Sandblasting, Nesh Mayday, Leo, Baboden, Lore J e Uindigo & Nik Badint.

“Eidetic Memory” di Matt2nd parte con una sorta di spoken e poi parte il kick dritto e pulsante che arriva come un proiettile al nostro petto. Lo spoken torna più volte segnando stacchi e il pezzo techno minimal assume dei connotati acid grazie alle sonorità che presenta. Beat tanto coinvolgente ci trascina per tutto il pezzo, con sonorità sovente distorte.

Il pimo remix è quello di Sandblasting che ci presenta un sound ad inizio industrial e poi techno trance. Davvero “cattivo” questo remix: non lascia scampo e ci travolge come un fiume in piena con le sue spirali sonore incessanti. Riguardo al beat molto più veloce che nell’originale. Molto indovinato lo stacco a metà pezzo e poi si riparte di gran slancio. Bello pure il bridge nel finale.

Nesh Mayday comincia con un climax sonoro da cardiopalma per poi portarci anche lui una cassa dritta tanto incisiva. Qui siamo in presenza di una techno tanto viaggiante e psichedelica con sonorità distese e centrifughe. Anche qui “pausa” verso metà pezzo, una pausa che propone un altro climax che procede per gradi. Intanto l’incedere della canzone riprende con questi guizzi sonori che attirano e catalizzano l’attenzione dell’ascoltatore.

Leo rincara la dose con altre sonorità acid stridenti, metalliche. Qui tutto diventa iper-marziale e marcato per gli amanti della super cattiveria sonora. Distorsioni a go go, martellamento persistente acidulo, beat tanto incalzante: ecco cosa troviamo in questo pezzo…. Stupende le sonorità finali più luminose. Ecco che arriva Baboden con la sua versione e il suo beat più ritmato rispetto agli altri. Poi anche qui arriva la cassa dritta ed alcuni tratti psych o acid o trance che attraversano tutto il disco. Infatti, il disco assembla queste tre anime della techno: acid, trance e psytrance.

Segue il remix di Lore J che si avvale di kick fisso accompagnato da sonorità sottili. Anche qui arrivano a tratti martellamenti marziali. Come non notare quella verve cyber sci fi che impregna il disco e che ben si sposa all’artwork cyber-sci fi. Termina tutto con la ricetta personale di Uindigo & Nik Badint. Qui il sound per alcuni passaggi è impenetrabile poi acquista ancora una volta tratti decisamente acidi e striduli. Il più lungo della serie quello di Uindigo & Nik Badint che offre anche stacchi ritmati con piano.

Funk Rebels records con questo “Eidetic Memory Ep” mostra il suo valore di etichetta electro indipendente presente da diversi anni. Produzione sonora, mixing, mastering, loudness: tutto a livello eccellente. Inoltre si respira l’aria della “crew”, della “tribe” di comprovata esperienza.

“Eidetic Memory Ep” è un colpo allo stomaco, è una scheggia impazzita difficile da fermare da parte di gente esperta e gagliarda. Allora salite su questa macchina futuristica acid, trance e psytrance e fatevi il vostro viaggio mentale e danzante, viaggio che vi condurrà ad uno stato più profondo della vostra interiorità. Perché è solo grazie ad alcune vibrazioni sonore indipendenti e vissute che trasmettono sensazioni, pensieri ed emozioni che possiamo progredire verso uno stato più profondo della nostra interiorità.

Credit: master by pilloplex @ music lab

web links:

https://www.facebook.com/Funk-Rebels-Records-Vinyl-Shop-112629696795932/

https://soundcloud.com/matt2nd

https://m.facebook.com/mattsecond/

https://www.facebook.com/pg/Funk-Rebels-Sound-System-287740424591812/photos/