Francesco Luz – Il nuovissimo album omonimo

Il nuovissimo album di Francesco Luz pubbilcato con Sorry Mom porta lo stesso nome dell’artista e, visti i temi estremamente personali che tocca, non avrebbe potuto essere altrimenti. L’argomento attorno al quale il disco è stato scritto è quello della depressione. Un viaggio di musica e colori nella personalità di Francesco Luz.

TRACKLIST

LIVE LIKE THIS
Un album che ha come tema la depressione, non può non partire con una canzone che da la carica, sia dal punto di vista musicale, che dal punto di vista del testo. È meglio vivere cercando l’amore in ogni cosa, piuttosto che sprofondare nell’amarezza.

SURF
Surf è una canzone d’amore sull’amore, inteso come metafora di ogni bellezza della vita che porta con sé la paura della perdita e il conseguente dolore. Scegliere di evitare le “ondate” dell’esistenza significa rinunciare anche alle passioni.

RESPIRARE
In “Respirare” il protagonista, in prima persona, cerca di dare consigli ed una spalla su cui appoggiarsi ad un amico che si trova ad affrontare il più nero degli stati d’animo. Un atteggiamento empatico, può essere l’arma per fronteggiare qualsiasi problema.

AGO DI BILANCIA
Ago di bilancia è la cronaca istintiva di un momento di crisi. Una sorta di sfogo incontrollato che il nostro inconscio prova a tradurre in parole per esserne meno intimorito quando si avverte la spaventosa quanto certa sensazione di aver perso ogni tipo di controllo sul proprio destino.

INVOLONTARIO TANGO
La fine di una relazione è una delle condizioni più difficili da superare, soprattutto se ci si accorge di essere stati la causa della rottura e che porta inevitabilmente verso uno stato depressivo dal quale è difficile tirarsi fuori.

PROSPETTIVA NEVSKI
Personalissima cover del meraviglioso brano di Franco Battiato. La relazione tra questo brano ed il tema principale dell’album sta tutta nell’ultima frase scritta dal maestro: “e il mio maestro mi insegnò com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire”.

LIVIDI
La canzone parla di una Lei che è “regina e totale anarchia”, un paradosso che caratterizza il brano e che rappresenta una delle connotazioni più belle delle canzoni: la possibilità di avere delle chiavi di lettura molto soggettive.

HOME
Brano strumentale in cui la parte melodica è affidata alla chitarra elettrica. Primo vero grande amore di Francesco Luz.

BEAUTIFUL WORLD
La canzone che chiude l’album è un po’ la sorella della canzone che lo apre. Cantata in inglese, con una forte connotazione rock ed una visione più ottimistica della vita. C’è un mondo bellissimo la fuori e sarebbe un vero peccato perderselo!

Francesco Luz, musicista romano classe 1982, dopo 15 anni di concerti in Italia e nel mondo con diverse band, pubblica il suo primo album, “Extraordinary Men” nel 2019. Dall’album, cantato in inglese, vengono estratti 3 singoli accompagnati da 3 Video clip diretti da Ari Takahashi che ricevono vari riconoscimenti in diversi film festival in tutto il mondo (“Outstanding Achievement Award” al Berlin Flash Film Festival, “Best Music Video, Honorable Mention” al Los Angeles Independent Shorts Awards, miglior video musicale al New York Film Awards e al London Independent Film Awards).

Artista indipendente al 100% canta, scrive, suona, arrangia e produce le sue canzoni con l’aiuto ai testi di Luigi Abramo e Marco Battilocchi. Il secondo album si intitola semplicemente “Francesco Luz” perché è un disco molto personale che tocca un argomento molto spinoso ovvero la depressione. Ogni canzone affronta in modo diverso quelle che possono essere le cause e gli effetti di questa terribile malattia, ma cerca anche di trovare delle soluzioni per uscirne fuori.

Link per lo streaming: https://open.spotify.com/album/3n3llCGyfmx0O0c6od9vuc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.