Crea sito

FKA Ivan/Nimen – Moonsaw

FKA Ivan e Nimen ci presentano il loro nuovo album intitolato “Moonsaw”. Noi abbiamo già recensito il loro precedente “Messdeu”(link). Le sonorità sono alquanto simili, un trap a tratti oscuro e misterioso, a tratti sognante, un trap che collega i nostri ad artisti come Dark Polo Gang e Sfera Ebbasta.

Per prima cosa bisogna evidenziare questo: FKA Ivan/Nimen nel loro “Messdeu” hanno lavorato molto per cercare di rendere i suoni più puliti, più incisivi e penetranti: la produzione sonora quindi è migliorata.

“Frozen Locked”, opener del disco e la successiva “Realize” presentano sonorità electro che fanno pensare a Sigur Ros e Apparat. “Blizzard” e “Fullmoon”, invece, sono più dark e dalle sonorità più “americane”. Poi arriva l’enigmatico “Interlude”, una sorta di intermezzo misterioso nel disco. Ecco allora “Banshee”, la canzone più profonda, la più interessante, per le sonorità e per l’ottimo songwriting, songwriting abbastanza buono nell’intero disco. Sicuramente “Banshee” è la migliore della serie. “Sharpshine” fa pensare di nuovo ai Sigur Ros per i suoi tappeti sonori mentre “Miss me” ancora una volta manda la mente ad Apparat.

Come detto sopra molto è stato fatto per la produzione sonora. Consigliamo alla band di lavorare maggiormente per il songwriting e di lavorare di più per ottenere un maggior appeal. Rispetto a “Messdeu” ci sono meno sonorità sci-fi mentre rimane un discreto bilanciamento tra cantato e sottofondo sonoro. Sempre tanta la ricercatezza sonora, sempre tanta la voglia di sperimentare. Oltretutto, il disco in questione è meno vario ma il sound è più maturo e definito. I ragazzi hanno trovato di sicuro il loro stile anche se questo non preclude innovazioni future.

FKA Ivan e Nimen, con il loro “Moonsaw”, ci propongono un lavoro da 85/100, un lavoro che mostra che nell’underground italiano, nel sottobosco più nascosto, ci sono tante realtà indipendenti che si “sforzano” per produrre sonorità oltremodo interessanti. Inoltre, come non dirlo, nel trap e nel rap in generale, forse più che in altri generi, si sta sperimentando tanto con una contaminazione sonora importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*