>>Fitzcataldo offre sonorità intense ed evocative, atmosfere oniriche e surreali

FITZCATALDO” è la seconda prova discografica omonima della formazione milanese. “FITZCATALDO” si compone di quattro brani. Rispetto al disco d’esordio “Fitzcataldo & the Trivettes” (2014), in questo secondo episodio i Fitzcataldo esplorano nuovi percorsi sonori che delineano paesaggi musicali prima inesplorati. Nuovi lidi da esplorare senza limitazioni di genere, “handmade pop”, un genere non-genere aperto alle più disparate contaminazioni.

L’anima delle nuove composizioni si ispira a sonorità rubate al soul, che alternano passaggi cupi a momenti eterei e ariosi. Sonorità post-rock sposano un cantato melodico in lingua inglese, attraversano generi musicali differenti, lasciandosi influenzare dall’indie rock contemporaneo di matrice anglosassone. Attingendo dalla scena alt pop e da artisti come Daughter, London Grammar o Bon Iver, colorano le liriche di impulsi electro alla James Blake, con virate rock e sperimentazioni alla Suuns, ricercando l’equilibrio tra ritmo e frequenze.

System failure ha ascoltato il nuovo disco di Fitzcataldo e quelle che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo. Il disco comincia con “I won’t be watching”, primo singolo estratto dal disco. Tale canzone offre sonorità intense ed evocative, atmosfere oniriche e surreali. Fitzcataldo, con la sua musica, offre all’ascoltatore la possibilità di fare un viaggio magnifico tra suggestioni irreali e mondi di mirabile bellezza. Raffinatezza, eleganza, ricercatezza sonora: questo e altro troviamo in questa band di grande talento.

Wonders ci porta altre suggestioni stupefacenti. Il cuore si scioglie con i suoni dolci e delicati di questa canzone che fa pensare, a tratti, agli U2 della colonna di The million dollar hotel. Ma anche ad altre canzoni più recenti della band. Ascoltiamo di sicuro influenze dreampop e shoegaze in Fitzcataldo, una band di respiro internazionale.

Scent of the spring presenta altre linee sonore sinuose ed ammalianti, presenta muri sonori di grande efficacia ed effetto. Anche qui, come in precedenza, si suscitano emozioni intense e viscerali con musica pregiata per un ascoltatore dal palato sopraffino. Delicate, invece, è tanto incalzante e prorompente con suggestioni soul ed esplosioni sonore notevoli.

pagina facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.