Crea sito

>>Fine o degenerazione della seconda repubblica?

Come si vede dai recenti sondaggi la seconda repubblica è finita.

Cominciamo dal crollo verticale del PDL determinato “dall’uscita di scena” di Berlusconi come anche dai recenti scandali che hanno avuto per protagonista sia la Regione Lazio che la Regione Lombardia.

Poi il crollo della Lega Nord determinato tra l’altro dallo scandalo Belsito ma anche da affiancare al crollo del PDL.

La “discesa” dei due partiti che fino a poco tempo fa erano al governo insieme è “sintomo” della fine anche dei quasi 20 anni di Berlusconismo che durano più o meno dal suo ingresso nella politica italiana.

La fine della seconda repubblica si vede anche dal crollo di consensi dell’Italia dei Valori di Di Pietro: uno dei partiti che si è reso protagonista negli ultimi anni di vari governi di centro-sinistra come si è reso protagonista anche di una forte opposizione al berlusconismo.

La fine della seconda repubblica si vede anche dall’uscita di scena di personaggi come Veltroni e D’Alema che hanno annunciato entrambi di non volersi candidare per le prossime elezioni politiche.

La fine della seconda repubblica è segnata anche “dall’incredibile ascesa” del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, elemento “nuovo” nella politica italiana dai metodi “controversi” e “poco ortodossi”.

Molti invece vedono il movimento di Grillo come espressione dell’anti-politica e del populismo portato avanti già da anni da Lega e PDL: secondo questa interpretazione allora forse non siamo di fronte alla fine della seconda repubblica ma ad una sua “evoluzione” o “degenerazione”della stessa, degenerazione se pensiamo anche al“caos” di movimenti politici e liste civiche che “stanno entrando in campo”.

Che sia la fine della seconda repubblica o una degenerazione della stessa è sicuro che tutto sta cambiando e che “nuovi scenari si stanno aprendo all’orizzonte”.