Crea sito

>>Ferguson: spari e violenza

Tensione, spari e violenza a Ferguson, nel Missouri, dove lo scorso agosto è esplosa la rabbia della popolazione dopo l’omicidio di Michael Brown, un ragazzo nero di 18 anni ucciso mentre era disarmato da un agente bianco, Darren Wilson, che poi non è stato incriminato. Durante una protesta per ricordare Michael Brown due poliziotti sono stati colpiti da colpi di armi da fuoco. La sparatoria è andata in scena fuori dal dipartimento di polizia di Ferguson. Secondo quanto riferito da una fonte di polizia al St.Louis Post-Dispatch, gli agenti colpiti apparterrebbero uno alla contea di St.Louis e l’altro al comune di Webster Groves. Alcuni testimoni hanno parlato di 2-4 spari, provenienti da un gruppo di case sulla Tiffin avenue all’incrocio con la West Florissant avenue. Secondo quanto affermano fonti della polizia alla Cnn, i due agenti non dovrebbero essere in pericolo di vita. Al momento però non si conoscono le condizioni dei due feriti trasportati in un ospedale della vicina St.Louis.

L’episodio di violenza arriva a poche ore dalle dimissioni di Thomas Jackson, il capo della polizia di Ferguson. Quella di Jackson è stata l’ultima testa a cadere dopo il rapporto del Dipartimento di giustizia americano che ha accusato la polizia di comportamenti e discriminazioni razziali. Le dimissioni del capo della polizia (chieste a gran voce dalla popolazione sin dall’omicidio di Brown lo scorso agosto) sono arrivate dopo quelle di una delle più alte cariche della cittadina statunitense, il city manager John Shaw, anche lui accusato di discriminazioni nei confronti degli afroamericani. Nei giorni scorsi, inoltre, erano stati licenziati anche due funzionari del dipartimento di polizia e si erano dimessi i vertici della Corte Municipale di Ferguson tra cui il giudice a capo della corte, Ronald Brockmeyer. Il ministro della giustizia, Eric Holder, ha detto di essere pronto a smantellare completamente il dipartimento di polizia della cittadina del Missouri come misura estrema se gli agenti non cambieranno atteggiamento. Da parte sua il capo della polizia della contea di Saint Louis ha detto di essere pronto ad assumersi immediatamente – se gli verrà richiesto – il compito di vigilare sull’ordine pubblico di Ferguson.