“Fendinebbia” di Xavier Pompelmo

Xavier Pompelmo, cantautore ritenuto scomparso in circostanze misteriose negli anni ’70, in realtà è vivo e vegeto, ha meno di 40 anni e scrive canzoni. Dopo essere “resuscitato” con “Nebulosa”, oggi torna con “Fendinebbia” il suo secondo ma forse ultimo inedito.

link Spotify: https://open.spotify.com/album/6ZgFS8QPqoEtk6TtfZ8yGh

A volte ci sentiamo un po’ indietro rispetto al mondo, non reggiamo il passo, ripensiamo a tutto quello che potremmo migliorare per superare le nostre sette fatiche di Ercole. Da domani sveglia presto, spalle dritte e petto in fuori, puntare l’obiettivo. Incredibilmente funziona, quasi sempre, volere è potere. Ma poi incontri una stronza che ti ricorda quanto sei insignificante. E ricominci a bere e a fare le tre di notte

Che dire di Xavier? Le sue disavventure e gli intrecci sulla sua vita, tramandate negli anni, hanno finito per diventare leggenda. Ritrovati i suoi diari, lasciamo ai suoi aforismi il compito di presentarvelo:

Sono nato stanco, e non mi sono più ripreso. Se hai paura di invecchiare vuol dire che sei già vecchio. Piangersi addosso è una manna dal cielo, risparmi sulla bolletta dell’acqua, e ne esci pulito.  Fissando il muro bianco, è tutto più chiaro. Mantengo un basso profilo destro, ma il sinistro è più fotogenico. Per me l’amore vero è solo mentre lo canto. Quando tutti riusciremo a dare il peggio di noi stessi, scopriremo di avere molte più cose in comune

CREDITS:
Scritto e prodotto da Xavier Pompelmo
Missato e Masterizzato da Andrea La Scala presso Mad Music

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.