>>Dripping Sin – Crimson Lies

I Dripping Sin sono un progetto nato nell’estate 2012 dalla mente di Giando Sestito e Tommaso Mellace a cui si aggiunsero successivamente dopo vari cambi Gianmarco Marcello e Vincenzo Raynal. Il gruppo inizia a proporre sin da subito pezzi inediti legati soprattutto al thrash metal di band come Venom e Sodom.

Dopo una serie di date i Dripping Sin registrano un EP dalla fattura molto grezza: Sorceress of Evil uscito nel 2014. In seguito grazie all’apporto di Vincenzo e Gianmarco la band prende una direzione particolare cominciando a sperimentare nuove idee e mischiando vari stili. A Marzo del 2016 esce il secondo EP della band: Crimson Lies registrato da Vincenzo Cilurzo presso l’Overdrive Studio Recording.

Dal comunicato stampa giunto a System failure leggiamo che:

Evolvendo tutto quello che era stato Sorceress, in Crimson Lies le influenze vengono estese dall’hardcore allo stoner passando per il rock’n’roll. Con questo EP si inaugura il nuovo corso della band che, discostandosi dal thrash metal classico , introduce le nostre influenze personali ed evidenzia le nostre particolarità individuali.

System failure ha particolarmente apprezzato Beerocracy di questo album. E’ il miglior pezzo a nostro giudizio. E’ da questa canzone dalle evoluzioni sonore davvero avvolgenti che la band deve partire per cominciare a diventare grande.

Dripping Sin è davvero travolgente con i suoi ritmi indiavolati pieni di energia e passione. I colori dominanti in Crimson Lies sono il rosso e il nero come vediamo anche dalla cover: è un Ep oscuro, tetro, denso di tetraggine. Anche A.L.C. Till Death non è poi tanto male con i suoi riffoni metallici. L’assolo verso la fine della canzone ci sta proprio.

In alcuni passaggi l’ep presenta melodie davvero azzeccate. Stessa cosa non si può dire per tante altre parti. Aspettiamo da questa band una prova di maturità, aspettiamo un album di grande spessore, spessore che ora non vediamo purtroppo, se non a tratti. Comunque tutto questo Ep di Dripping Sin non disturba affatto: è una prova che merita di sicuro attenzione.

pagina facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.