DELTACUT – “Motor Neurone Disease” – Il VIDEO che anticipa l’album d’esordio

“Bad Living Conditions” è l’album di esordio di DELTACUT, disponibile dal 28 Settembre, su iTunesSpotify e tutte le principali piattaforme streaming per Prismopaco Records.

Ispirato dall’elettronica colta che va da Yakamoto Kotzuga a Jon Hopkins, “Bad Living Conditions” è una libera interpretazione in chiave musicale dei disturbi della mente umana, descritti da DELTACUT con suoni sintetizzati e texture organiche.

Motor Neurone Disease” è il PRIMO VIDEO estratto. Un brano che vede un parallelo tra suoni eclettici e la condizione di immobilità imposta dalle malattie neuro-motorie. La canzone cresce in maniera esponenziale per tutta la sua durata, in un climax di suoni e immagini che interpretano al meglio questa difficile condizione.

Il protagonista del video si vede intrappolato in una stanza buia, illuminata esclusivamente dalla luce che filtra dalle persiane, emblema di quella che è la sempre viva speranza di evadere, contrapposta alla limitatezza fisica. In particolar modo chi soffre di malattie neuro-motorie è costretto in spazi fisici e “mentali” sempre più ristretti, limitato nei movimenti e nelle libertà personali.

“La condizione di immobilità viene rielaborata anche dalla stagnazione sonora e acuisce uno stacco netto dagli altri brani dell’album, ciò anche a sottolineare come sia differente la natura della patologia presentata: essa è infatti l’unica trattata nell’album a non avere cause legate alla sfera psicologica, ma solo conseguenze su di essa”

L’intero album è stato scritto, prodotto e registrato da DELTACUT stesso. Artwork e fotografie a cura di Andrea Macchi. Venerdì 7 settembre DELTACUT presenterà in anteprima il suo album d’esordio al Substrato di Varese.
info evento qui.

DELTACUT è il progetto solista di Davide Santini, concepito e sviluppato tra la nebbia di Milano e i boschi delle Prealpi. Il rimando musicale è all’elettronica colta di Yakamoto Kotzuga e Jon Hopkins, spaziando stilisticamente da Bonobo ad Aphex Twin, con forti influenze da generi diversi che vanno dal jazz al metal. Musicista dal 2005, dopo una laurea in fisica sente il bisogno di un cambiamento importante e decide di dedicarsi alla composizione di brani propri, scrivendo in poco tempo le sue prime tracce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.