Crea sito

Computer Magic – Davos

Computer Magic è un progetto di musica elettronica della cantante e produttrice americana Danielle “Danz” Johnson. La sua musica oltremodo contemporanea può essere etichettata come synthpop.

Johnson è espressione, tra l’altro, della scena musicale elettronica di New York e riguardo la sua produzione artistica dice di ispirarsi a Philip K. Dick, il famoso autore di romanzi di fantascienza. Johnson spesso appare, o nei suoi video musicali o in alcune foto, con una tuta da astronauta e la sua musica sembra, per tanti versi, provenire dalle profondità dello spazio siderale.

Davos è l’ultimo album pubblicato dalla cantante americana. Di questo album fa parte Fuzz. Questo pezzo, all’inizio contiene suoni duri e marcati, suoni sui quali irrompe la voce di Danz, voce alquanto magnetica e robotica. Suoni che che fanno pensare alla musica degli anni 80 o 90 del secolo scorso, suoni che introducono l’ascoltatore ad un universo avant-pop da videogame o da fumetto. Computer Magic ricorda molto Grimes, altra artista contemporanea espressione di una cultura avant-pop.

When you see me è il secondo brano dell’album. Tale pezzo è in linea con il precedente sia per i suoni che contiene sia per l’ispirazione avant-pop già citata. Ascoltando tale pezzo sembra di essere su un pianeta sconosciuto: Danz appare come un essere di un altro mondo depositario di un messaggio alquanto ermetico e profondo.

Secret introduce in un mondo ovattato e soffice, mondo in cui perdersi come in una dolce malinconia, malinconia sottile che pervade molti pezzi della cantante americana. Non manca la luce in questa malinconia che arriva sotto forma di bagliori accecanti.

Hudson è forse il pezzo più rappresentativo dell’album: tale canzone esprime una malinconia profonda e intensa, un sentimento che scava dentro l’animo e conduce ad un abisso dal quale sembra che non ci sia redenzione. E invece è proprio da quello abisso di malinconia che si risale verso altezze siderali e solo apparentemente irraggiungibili. La musica di Computer Magic trasmette speranza oltre ad un anelito di libertà dai vincoli della materia. In Hudson la voce di Johnson la fa apparire come una eroina che combatte in un mondo di tenebre e malvagità.

Be fair, uno dei tanti pezzi dell’album che contengono un coro, pezzo alquanto dance e ballabile come spesso risulta la musica di Computer Magic, progetto musicale oltremodo intellettuale e sopraffine.

Give me just a minute, come altri pezzi di Computer Magic, sembra trasmettere l’esistenza di un mondo robotico freddo e glaciale, mondo però nel quale si nasconde anche energia ed entusiasmo, trasmessi, tra l’altro, dalla voce della cantante ma anche da alcune atmosfere sonore luminose e solari.