CARON DIMONIO: “Religio” è il nuovo album

Religio” è il terzo album dei Caron Dimonio, duo apparso sulla scena indipendente italiana ed estera nel 2013 grazie all’interessamento del loro produttore Gianluca LoPresti.

L’uscita del disco è  anticipata dal video/singolo “Hitler amava i cani” diretto da Mario D’Anelli, brano che tratta in stile “non narrativo” il tema del confronto con se stessi e con il mondo dal un punto di vista dell’agnostico.

Più in genere l’intero album è caratterizzato da attitudine punk che si fonde con l’elettronica, il tutto realizzato per lo più di notte in una sorta di dimensione religiosa. La religione (Religio), appunto, è ciò che lega le persone al divino: i Caron Dimonio non credono nel divino ma credono che vi siano delle situazioni in cui l’essere umano e il pensiero vengono trasportati in una sorta di altrove, in cui il tempo è sospeso. Brutale e malinconico tratta tematiche legate alla morte, alla memoria e alla perdita, alla percezione e alla consapevolezza della finitezza dell’esistenza e del nostro inconscio. I testi si contestualizzano in una dimensione definibile come “obliqua” (Il futuro va avanti, il passato è indietro) sopraffatta dall’eternità, dal senso di infinito che dalla percezione del reale nasce.

Il tour di “Religio” comincia il prossimo 16 novembre e prevede una serie di date già confermate entro ed oltre i nostri confini.

ECCO LE PRIME DATE CONFERMATE DEL TOUR DI “RELIGIO”:

16.11.17 Tangram, Santeramo in Colle (BA)

17.11.17 Gaas, Foggia

18.11.17 Frantoio delle idee, Cinquefrondi (RC)

02.02.18 Covo, Bologna

16.03.18 TBA, Kosice (SK)

17.03.18 Wave Klub, Presov (SK)

11.05.18 Paint it Black, Ravenna

BIOGRAFIA

I Caron Dimonio sono un duo di base a Bologna formato da Giuseppe Lo Bue che si occupa dei synth, drum machine, della chitarra, del piano e della voce, e Filippo Scalzo (già bassista dei Black Veils band Post Punk/New Wave bolognese) al basso. Il progetto è nato alla fine nel 2012 nella camera di Giuseppe Lo Bue dove le prime bozze delle canzoni hanno preso forma. Il progetto ha preso maggiormente forma agli inizi del 2013 con Filippo e le sue “appropriate” linee di basso.

Le canzoni sono un incidente fra post punk ed elettronica, con qualche “spruzzata” di noise, i testi (ermetici, non narrativi) affrontano tematiche suggestive e decadenti, le strutture dei pezzi sono minimali. Nel marzo 2013 Gianluca Lo Presti (Disco Dada, Area 51, Atmosphere records) si è occupato della produzione di “Gestalt” il primo demo EP, fondamentale è stato il suo supporto tecnico. Di lì a poco grazie ad internet e ad un produttivo passaparola i Caron Dimonio hanno cominciato a suonare in molti club in Italia e all’estero, al fianco di band del calibro dei Soviet Soviet (Post Punk IT) e KVB (Electro Dark UK). Il 13 dicembre hanno chiuso il tour 2013 al Covo club di Bologna aprendo il live dei Chameleons, band Dark Wave fra le più rappresentanti e influenti degli anni ’80.

I primi di novembre 2013 sono entrati in studio per registrare il loro primo album, prodotto da Gianluca Lo Presti al “Lotostudio” di Filetto (Ravenna) dove sono state realizzate alcune significative produzioni musicali di artisti come: Tying Tiffany, Simona Gretchen (Premio Fuori dal Mucchio 2010), Delenda Noia. L’album è uscito il 13 marzo 2014. Nell’ottobre 2014 “3” brano contenuto in Gestlat è stato scelto per uno spot della Gaudi la nota casa di moda. Sempre nell’ottobre 2014 la neonata label Atavic records di Sassuolo ha ristampato “Gestalt””.

Hanno partecipato alla compilation “This Man of Steel, dedicata a Peter Steel cantante dei Type O Negative, prodotta da Darkitalia, e pubblicata il 14 aprile 2015, eseguendo il brano “I don’t wanna be me”, registrato, mixato e masterizzato da Giuseppe Taibi (Two Moons/European Ghost).

Il 15 marzo del 2016 è uscito “Solaris” il nuovo album anticipato a febbraio dal singolo/video Imago Mortis, album grazie a cui sono riusciti ad intensificare le loro presenze all’estero. La regia di Imago Mortis è stata curata sempre dall’ormai consolidato regista Leonardo Del Paggio. La produzione dell’album è stata curata da Gianluca Lo Presti.

Il 1 dicembre 2017 uscirà “Religio” il nuovo terzo album che verrà registrato sempre da Lo Presti al Lotostudio. L’uscita di Religio è stata anticipata dal video/singolo “Hitler amava i cani”, brano che tratta in stile “non narrativo” il tema del confronto con se stessi e con il mondo dal un punto di vista dell’agnostico.  Sono attualmente in tour in Italia e all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.