CARA – il video di “LENTAMENTE”

È online il video ufficiale di “Lentamente”, il nuovo singolo di CARA per Polydor, in rotazione radiofonica e disponibile su tutti gli store digitali da venerdì 10 luglio.

Nel videoclip, diretto da Giulio Rosati e ambientato in un lussuoso palazzo d’epoca, scorrono frame di situazioni differenti in cui CARA talvolta si rivolge direttamente alla telecamera, padrona della storia che sta raccontando, e talvolta sembra quasi non accorgersi della presenza della macchina da presa, che indugia lentamente sui particolari della location e sui dettagli del look della cantante, vagamente futuristico e in netto contrasto con l’ambientazione. Le inquadrature che si susseguono hanno un forte impatto cinematografico e catturano l’attenzione dell’ascoltatore incuriosendolo e invitandolo a entrare all’interno del flusso di coscienza dell’artista.

“Lentamente” esprime a pieno lo stile musicale con cui CARA si è fatta conoscere e apprezzare negli ultimi mesi, dimostrando di essere un’artista da tenere d’occhio e affermandosi come una delle scoperte più interessanti dello scenario musicale attuale.

Il brano si presenta come un viaggio che la cantante intraprende insieme all’ascoltatore che, cullato dalla sua voce vellutata e avvolgente, viene trasportato con dolcezza all’interno del turbinio di pensieri che si susseguono e si alternano a immagini più chiare e definite di vita quotidiana e notturna. Il testo, caratterizzato da riferimenti alla cultura pop e giochi di parole tipici della scrittura dell’artista, si sposa con un sound eterogeneo e accattivante, intriso di sonorità di vario tipo, che spaziano dal pop alla dance music.

CARA: “Lentamente è essere così in ritardo da anticipare tutti. Così in anticipo da arrivare quando gli altri vanno. Libera di perdere tempo, di prendere il tempo che serve. Scegliere di stare ai propri passi e di seguire il proprio istinto. Lentamente scandisce il mio ritmo

“Lentamente” arriva dopo l’incredibile successo che CARA ha riscosso in questi mesi con il singolo “Le Feste di Pablo”, in collaborazione con l’artista multiplatino Fedez. Il brano, in cui le voci dei due artisti si intrecciano e armonizzano perfettamente creando un nuovo equilibrio tra pop e rap, ha già conquistato la certificazione di Disco d’Oro e ha ottenuto più di 13 milioni di stream su Spotify e oltre 7 milioni di visualizzazioni su YouTube, guadagnandosi lo status di vera e propria hit. La giovane artista continua a farsi spazio nel mondo della musica italiana, CARA ad oggi conta oltre 1,2 milioni di ascoltatori mensili su Spotify a pochi mesi dal suo esordio ufficiale.

Biografia:

Anna Cacopardo, in arte CARA, è una giovane artista di 20 anni originaria di Crema. Appassionata di musica sin da bambina, frequenta l’istituto musicale Folcioni di Crema, nelle sezioni canto e pianoforte, e matura uno spiccato interesse per il cantautorato italiano (ascolta artisti come Lucio Dalla e Fabrizio De André) e per il pop internazionale (come Michael Jackson, Jessie Reyez e Twenty one Pilots).

Nel 2017 partecipa al Tour Music Fest di Mogol a Roma, dove arriva in semifinale con un suo brano inedito, e all’Area Sanremo Tour 2017, dove si aggiudica il titolo di finalista. La svolta arriva però due anni dopo, nel 2019, quando CARA pubblica i brani “Mi Serve”, il suo primo singolo con l’etichetta Polydor, e “Mi Serve RMX”, che ha visto la partecipazione di Samuel Heron e si è aggiudicato il Premio LUNEZIA “Iren” per il valore musicale e letterario.

CARA ha aperto il suo 2020 con “Le Feste di Pablo”, un singolo che racchiude l’impronta cantautorale dell’artista, in un mix di sonorità pop con influenze d’oltreoceano. Poche settimane dopo il brano viene ripubblicato con la speciale collaborazione di Fedez e ottiene in poche settimane la certificazione di Disco d’Oro con oltre 13 milioni di stream su Spotify e più di 7 milioni di visualizzazioni su YouTube.

web links:

https://instagram.com/cara.musica

https://www.youtube.com/channel/UCqKTokzrfp6Ofz_fezSJw1g

https://open.spotify.com/artist/5zB3Q6zAf7VWq0cfiHgzqf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *