Caffè Letterario di Atlantide: “Poesie. Inferno minore )e pagine del travaso”

Si parte mercoledì 30 gennaio alle 18:30 dal Plaza Cafè di Alezio (Piazza Vittorio Emanuele) con gli appuntamenti del “Caffè Letterario” organizzati dall’Associazione Culturale Atlantide a favore di una cultura riportata tra il bancone e le sedie di un bar, alla portata di tutti, come piccolo seme da far germogliare tra le pagine di un libro e i sempre presenti riferimenti alla società di oggi come di ieri.

La prima presentazione è dedicata al libro ‘POESIE. INFERNO MINORE )E PAGINE DEL TRAVASO’ di Claudia Ruggeri, curato da Annalucia Cudazzo, edito dal Centro di ricerca PENS-Poesia contemporanea E Nuove Scritture del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università del Salento, in collaborazione con Musicaos Editore. Nel volume si ripercorrono le due opere edite della poetessa leccese d’adozione suicidatasi a soli 29 anni nel 1996, donando nuova luce a una figura spesso dimenticata e ripresentando le sue poesie attraverso un inedito lavoro filologico e di commento critico. La curatrice del volume dialogherà con l’editore Luciano Pagano, con la dott. ssa Alessia Scorrano, e leggerà brani dalle raccolte poetiche di Claudia Ruggeri. Durante la presentazione verrà esposta l’opera “Il canto del vuoto. Ritratto della poetessa Claudia Ruggeri” dell’artista Giorgio Mercuri. Claudia Ruggeri, nata a Napoli il 30 agosto 1967, si trasferisce a Lecce l’anno seguente con la sua famiglia. In questa città compirà i suoi studi e inizierà a dedicarsi alla poesia, mettendosi subito in contatto con l’ambiente letterario e culturale del capoluogo salentino, dal quale si aprirà alla conoscenza e relazione con autori del panorama poetico nazionale, come Franco Fortini e Dario Bellezza. Il 27 ottobre 1996, all’età di ventinove anni, pone tragicamente fine alla sua vita. Il volume è il risultato di un paziente lavoro di natura filologica volto a ripristinare i testi delle due opere licenziate in vita da Claudia Ruggeri, inferno minore e ) e pagine del travaso, nel rispetto della versione riportata dai testimoni disponibili, sottoposti a un’accurata collazione e vagliati criticamente. Questa edizione si propone, inoltre, di avanzare una prima interpretazione dei componimenti, corredandoli di un commento che mira a facilitarne la comprensione.

Si prosegue venerdì 8 febbraio alle 18:00 presso El Barrio Verde di Alezio (presso Parco Comunale di via Mariana Albina) con la presentazione del libro ‘IL SILENZIO DI ABRAM: MIO PADRE DOPO AUSCHWITZ’ di Marcello Kalowski, edito da Laterza, il racconto di unpadre sopravvissuto al campo di Auschwitz e un figlio che gli vive accanto e si assume il compito di dare voce al suo silenzio.

Nuovo appuntamento venerdì 15 febbraio alle 18:30 presso El Barrio Verde con la presentazione del romanzo ‘CIAO TOPOLINO’ di Loredana Ruffilli, edito da Lupo, che a dispetto del titolo è un racconto crudo, senza filtri, in cui la mostruosità genera mostruosità, in un ciclo che difficilmente può essere interrotto. In tanto orrore, vengono evidenziate le carenze della società: la scuola, che dovrebbe essere un rifugio sicuro per i giovani, diventa teatro di violenze perpetrate ai danni di un ragazzo fragile e indifeso.

Si continua giovedì 21 febbraio alle 18:30 presso il Plaza Cafè con lo scrittore friulano Frediano Sessi e il suo “Auschwitz Sonderkommando. Tre anni nelle camere a gas”, edito da Einaudi. Il volume racconta per la prima volta in Italia la storia vera di Filip Müller, ebreo slovacco assegnato al lavoro nel crematorio di Auschwitz, che con commozione e partecipazione cerca di portare conforto a chi sta per morire nelle camere a gas e, nonostante la disperazione lo assalga, Filip sopravvive per raccontare al mondo la tragedia cui assiste.

Gli appuntamenti di febbraio si chiudono mercoledì 27 febbraio alle 18.30 presso il Plaza Cafè con la presentazione del saggio ‘CALVINO EDITORE. L’AMORE PER LE PAROLE, I LIBRI, I LETTORI’ di Angela De Simone, edito da Flaneurs, in cui si disamina la figura di una delle personalità letterarie più influenti per l’Italia dal dopoguerra a oggi dal punto di vista del suo lavoro editoriale per la casa editrice Einaudi, sottolineando il suo apporto alla società del tempo. Durante la presentazione si avrà anche modo di conoscere l’anima cantautorale di Italo Calvino con l’esecuzione live chitarra e voce delle composizioni dell’autore per il progetto musicale delle Cantacronache, nato nel 1957 a Torino ma rimasto sconosciuto ai più.

L’Associazione  Culturale Atlantide, neonata associazione aletina, fa suo il motto dantesco “fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza” e si prefigge l’obiettivo di promuovere e sostenere eventi e realtà del territorio volti a una sempre più capillare diffusione della cultura. L’Associazione Atlantide ha già all’attivo “Nel sole, nel vento, nel sorriso e nel pianto”, evento a sostegno delle donne, “Ricordando Don Tonino Bello” in ricordo del vescovo buono di Alessano, e “La mafia uccide, il silenzio pure”, evento dedicato a tutte le vittime di mafia con la partecipazione di Giovanni Impastato e le figlie di Renata Fonte.

Per informazioni: Associazione Culturale Atlantide – [email protected] – 327 7542191- https://www.facebook.com/associazioneculturaleatlantide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.