Crea sito

Anima – Il mondo dentro

Nell’anno 2017 le strade di Umberto Ascione e Stefano Foglia si incontrano e i due ragazzi decidono di proseguire insieme il loro percorso di artisti: un lungo e costante lavoro di squadra permette loro di crescere e migliorarsi, poiché l’uno si arricchisce dei consigli e delle esperienze dell’altro. Due personalità molto diverse, con un passato artistico differente e variegato, ma con in comune una smisurata passione per qualsivoglia genere musicale, uno spiccato interesse ad apprendere ogni nuova tecnica ed un innato entusiasmo nel creare musica, per poter raccontare e condividere la propria storia e le proprie emozioni. Unendo le forze e le competenze in precedenza acquisite come singoli, Umberto e Stefano iniziano una nuova avventura, abbandonando ciascuno la propria individualità come artista e dando vita alla band Anima.

Nel maggio 2018, gli Anima realizzano il loro primo album, intitolato “Il mondo dentro”, un lavoro professionale e completo, articolato in 10 brani interamente composti ed eseguiti da loro (genere: Pop/Rock). Le canzoni trattano svariate tematiche ispirate alle diverse sfaccettature della vita: si parla non solo dell’amore in tutte le sue forme, dei sentimenti e delle emozioni che suscita un nuovo incontro o la fine di un rapporto, ma si affrontano anche le difficoltà in cui ciascuno di noi è destinato ad imbattersi, i timori, le fragilità e le paure che spesso non si ha il coraggio di rivelare, sottolineando sempre l’importanza di ritrovare in se stessi la forza e gli strumenti per superare le avversità ed i momenti bui che si attraversano nel corso della vita. Insomma, un vero e proprio viaggio nell’introspezione; uno sguardo lucido e cosciente alla propria interiorità ha consentito agli Anima di tradurre in coinvolgenti e toccanti melodie un importante messaggio: non arrendersi mai e continuare sempre a combattere, perché ciascuno di noi ha un mondo dentro di sé che talvolta non conosce ancora ma che basta davvero poco per scoprire e per rimanerne stupiti. Ultimata la registrazione, l’album viene diffuso, non solo attraverso il classico disco fisico, ma anche mediante le moderne piattaforme digitali, riscontrando così molti consensi ed approvazioni anche sui social.

System failure ha ascoltato “Il mondo dentro” e quelle che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo.

Per te”(presente su Youyube con un video) si divide tra un piano soffice, incantevole e fraseggi/soli di chitarra che conferiscono completezza al sound, tutto in una cornice pop rock e da canzone leggera italiana. Il cantato è indubbiamente protagonista in questo pezzo. Il chorus esalta la canzone e rende il tutto tanto vellutato ed ammaliante. Come non notare il crescendo/climax a cui punta la canzone nel suo stile raffinato, prezioso ed elegante….Stupendo il passaggio bridge dopo i 3 minuti e mezzo.

Sonorità simili a quelle del singolo le troviamo anche negli altri pezzi del disco. Ogni tanto appaiono inserti electro che arricchiscono il sound. Il songwriting è molto semplice e ben congegnato: crea l’architrave per la valorizzazione delle qualità vocali del vocalist. Belli davvero i soli di chitarra anche se il piano è predominante in questo disco e non potrebbe essere altrimenti: conferisce un tocco pregiato ad ogni pezzo. Le canzoni sono abbastanza simili tra loro e l’ascolto del disco risulta discretamente scorrevole.

“Amore impossibile” a tratti possiede un sound tanto arioso che sembra quasi sfociare nell’ambient. Qui troviamo un climax da paura che ci fa trasalire. Miglior pezzo del disco a nostro giudizio insieme a “Per te”. Bisogna notare pure l’eccellente produzione sonora di questo disco: grazie a questa il disco acquista davvero tanto valore.

Non manca l’appeal in “Il mondo dentro”, appeal ottenuto grazie ai versi ripetuti, ai chorus come pure grazie ad una composizione ed esecuzione entrambe da manuale e direzionate a conquistare l’ascoltatore con sonorità pop tanto accattivanti. Melodie ed armonie sonore servono tanto per suscitare l’appeal in questo disco, per stuzzicare le orecchie di un pubblico abituato alla musica leggera italiana.

Non manca qualche striatura più tendente verso il rock: stiamo parlando di “Mai” dove troviamo un drumming più importante e una chitarra più ruvida/ruggente. La title-track “Il mondo dentro” ci porta altre sonorità che sembrano sfociare nell’ambient. Qui sono i cori che impreziosiscono la canzone. Altra perla del disco quest’ultima con altri climax che ci strappano il cuore dal petto.

In “Dove mi sento libero” spicca l’effettistica e il sound tanto imponente. Anche “Vai” e “Qualcosa in più” presentano altri inserti electro che fanno viaggiare tanto la nostra testa oltre che conquistare il nostro cuore.

Comunque tutto la cifra essenziale di “Il mondo dentro” è il sapere trasmettere tanta poesia grazie ad una proprietà di scrittura ammirevole. I testi rapiscono l’ascoltatore, lo colpiscono come dardi al petto. In fondo “Il mondo dentro” parla del nostro mondo interiore e di come esso si proietta all’esterno creando cose fantastiche….Anima con “Il mondo dentro” ha tentato un’impresa che riesce a pochi…quale è questa impresa? Dare parola, dare una forma con la musica e i testi alla bellezza del nostro animo. “Il mondo dentro” è la perfetta playlist per chi non vive attaccato alla “materia fangosa e ributtante”, è la playlist per chi sogna, per chi ama, per chi vive istanti indimenticabili, da spasimo, momenti che si stampano nella nostra memoria come lettere marchiate a fuoco, momenti che vivono tutti quelli che non si arrendono mai perché ispirati dalla luce della verità…

Anima on web:

sito web: https://officialanimaband.jimdofree.com;

canale YouTube (@officialanimaband): https://www.youtube.com/channel/UC3MX0-8n3ooeR8tPEqglVNw

Facebook (@officialanimaband): https://www.facebook.com/officialanimaband

Instagram: http://instagram.com/official_anima_band

Twitter: https://twitter.com/officialanimab1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.