Crea sito

>>Altri default possibili in Spagna

Dopo la comunità valenciana, la Catalogna e la comunità di Murcia altre cinque regioni sono a rischio default in Spagna: si tratta dell’Andalusia, dell’Aragona, della Castiglia, La Rioja e Madrid.

L’Andalusia tra l’altro è anche alle prese con una drammatica emergenza sfratti.

L’Aragona ha dichiarato di voler chiedere a breve un aiuto governativo.

La Castiglia ha un “super-deficit” al 7,5% e i politici regionali “hanno lanciato l’allarme”.

La Rioja ha 940 milioni di debito in scadenza e la stessa Madrid ha un buco strutturale di 15,5 miliardi di euro.

Le speculazioni edilizie nella zona Valenciana, per esempio: esse sono state attuate con i soldi delle banche e dei privati e sono risultati spesso “investimenti dissennati”.

La richiesta di aiuto delle varie comunità spagnole da anni con i conti in rosso e ora costrette a ricorrere a Madrid per evitare il default è una situazione d’allarme molto grave perchè dimostra le “lacune” di una struttura amministrativa che non ha saputo mettere a freno la “deriva” dei conti e dei bilanci.

La situazione spagnola è molto pesante e solo con l’aiuto dell’Europa si potrà rimediare agli “sprechi

spropositati” che sono stati attuati.

Come è ben chiaro ed evidente da tempo anche in Spagna come in Grecia lo “spreco”è stato all’ordine del giorno e ora si cerca di “porre freno” a tutta una serie di investimenti errati e fuori misura sul territorio spagnolo.

Spagna, Grecia e altri paesi dell’eurozona sono “martoriati” dalle riforme d’austerità: è anche vero però che questi paesi, a differenza di altri paesi del nord Europa, hanno spesso “vissuto al di sopra delle loro possibilità”.