>>The Lyghts – Back to the Lyght

Oggi vi presentiamo una band punk rock/alternative rock di Venezia. Loro sono i The Lyghts. La band è formata da Valentina Gnes (Guitar/Vocals), Rudie Elle (Bass) e Joe B. (Drums). Il loro sound è fresco, giovanile e tanto energico. Qui vi parliamo del loro Back to the Lyght, ep pubblicato nel 2016. System failure ha ascoltato Back to the Lyght e quelle che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo.

Trouble, opener dell’ep, ci presenta un punk alquanto spigliato. Non mancano sferzate sonore ruvide che ci fanno assaporare qualche impressione tra grunge ed alternative rock. Subito salta agli occhi il cantato di Valentina Gnes che catalizza tanta attenzione.

I’m in Control ci offre schitarrate davvero degne di attenzione e il cantato della lead vocalist assume carisma e autorità in questo pezzo dove pensiamo a Brody Halle di alcune canzoni. Non solo alcuni passaggi ci fanno pensare anche ai Nirvana. A nostro giudizio questo è il miglior pezzo dell’ep. Ma anche Trouble è una piccola perla. Di sicuro ascoltando The Lyghts non possiamo non pensare a band punk come Green Day, No Fx e Rancid. Nel loro sound, si sente, anche l’influenza di Sex Pistols e Clash.

The Lyghts ci porta un sound d’impatto, un sound immediato e senza fronzoli che ti assale come una pantera selvaggia e mai doma. L’underground italiano ha proprio bisogno di The Lyghts: siamo sicuri che questi ragazzi per il futuro ci porteranno tante gradite sorprese. Inoltre, come non dirlo, l’unico problema con The Lyghts è smettere di ascoltarli…